Computer

Apple lancia il nuovo Mac mini 2020

Il nuovo Mac mini 2020 (che Apple lo differenzia dagli altri ancora a listino con l’anno di produzione, ovvero il 2020) è stato rivelato all’evento Apple “One More Thing”. Visivamente è del tutto simile alle versioni precedenti, ma la vera novità è sotto la scocca. Apple ha fatto alcune promesse audaci, soprattutto per quanto riguarda le prestazioni della CPU che l’azienda di Cupertino annuncia essere fino a tre volte più veloci rispetto al precedente Mac Mini. A questo si aggiungono prestazioni grafiche fino a sei volte superiori.

Questo grazie al nuovo System on a Chip (SoC) M1 che debutta nel nuovo Mac mini (ma anche con i nuovi laptop MacBook Air (2020) e nuovi MacBook Pro da 13 pollici (2020) , anch’essi annunciati.

Secondo Apple, ciò consente al nuovo Mac mini di compilare Xcode fino a tre volte più velocemente, giocare a giochi intensivi e renderizzare le scene complesse di Final Cut Pro molto più velocemente rispetto al modello precedente. Il tutto pur rimanendo straordinariamente piccolo e compatto. Il nuovo Mac mini (2020) verrà fornito con macOS 11 Big Sur installato. Questa è l’ultima versione del sistema operativo Apple ed è stata costruita appositamente per sfruttare l’M1 che alimenta il nuovo piccolissimo PC.

Specifiche del nuovo Mac mini 2020

Il grande punto di forza del nuovo Mac mini, come detto, è  la presenza di Apple M1, un nuovo SoC a 8 core che combina CPU, I/O, sicurezza e altro, tutto in uno.  Apple promette che l’M1 offrirà le migliori prestazioni al mondo per quanto riguarda il parametro CPU per Watt. L’M1 Soc sarà dotato di un processore  a 8 core composto da quattro core ad alte prestazioni e quattro core ad alta efficienza per bilanciare i carichi di lavoro e, secondo quanto affermato, consentirà di elaborare le attività quasi tre volte più velocemente rispetto al precedente Mac mini.

Inoltre, una buona notizia per grafici e videomaker: il rendering in Final Cut Pro dovrebbe essere fino a sei volte più veloce rispetto ai modelli precedenti e può supportare fino a due display (un display con risoluzione fino a 6K a 60Hz collegato tramite Thunderbolt e un display con risoluzione fino a 4K a 60Hz collegato tramite HDMI 2.0).

Il modello base del nuovo Mac mini (2020) viene fornito, oltre che con il chip Apple M1 anche con 8 GB di RAM e memoria SSD da 256 GB.  Una secondo versione viene proposta con le stesse specifiche, ma raddoppia lo spazio di archiviazione a 512 GB. Questa è l’unica differenza. Volendo è possibile configurare entrambi i modelli portando la memoria a 16 GB di RAM e fino a 2 TB di memoria SSD. Per quanto riguarda le porte di connessione si può far conto su una LAN Ethernet, due porte Thunderbolt, una HDMI, due porte USB e un jack audio per le cuffie.

Apple lancia il nuovo Mac mini 2020
Scrivi un commento

Rispondi al post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Torna su