Siamo nella fase finale del 2020 e, dopo l’evento iPhone 12 del 13 ottobre, Apple deve ancora presentare qualcosa che era previsto per quest’anno: i nuovi Mac con processori ARM .

L’azienda di Cupertino ha confermato al WWDC 2020 dello  scorso giugno ciò che i vari rumor supponevano: dopo anni di collaborazione, i loro computer smetteranno di utilizzare i processori Intel a favore di un processore sviluppato internamente, chiamato Apple Silicon .

Il nuovo processore dei futuri Mac e MacBook sarà basato sull’architettura ARM e, come già avviene con iPhone e iPad, è il salto verso una propria configurazione di processori che non dipenderà da produttori esterni. Grazie a questo passaggio, i computer con Apple Silicon potranno eseguire in modo nativo le applicazioni per iPhone e iPad.