Smartphone

Motorola RAZR 5G, migliorie varie e prezzo più “abbordabile”

Nonostante abbia destato l’attenzione degli appassionati di smartphone pieghevoli per ottenere una dimensione che sta comodamente in tasca, il Motorola Razr lanciato all’inizio del 2020 ha finito per perdere terreno rispetto ai popolari “rivali” di Samsung e Huawei. Adesso il brand vuole “raddoppiare” le aspettative e svelare al mondo il successore dello smartphone “retrofuturista” che ora offre anche il supporto alla tecnologia 5G.

La differenziazione, rispetto al primo modello “pighevole” lanciato è il display esterno più grande: ora si può godere di una dimensione pari a 2.7 pollici, Quick View, dove è possibile visualizzare gli avvisi, effettuare videochiamate e accedere alle principali applicazioni senza dover aprire lo smartphone. Tramite una barra di Android 10 è possibile accedere a Google Maps, Spotify o YouTube Music. Ci sono 8 applicazioni preconfigurate in questo menu, ma tutte sono comunque personalizzabili.

Nella nuova versione del Razr le grandi novità sono anche nelle fotocamere e nel processore. Il Motorola Razr ora ha una configurazione del sensore posteriore con una fotocamera principale da 48 MP. Davanti allo smartphone c’è una selfie camera da 20 MP utilizzabile anche per le videochiamate. Non manca la stabilizzazione ottica e la tecnologia laser autofocus del sensore che mette a fuoco rapidamente il soggetto inquadrato.

Quando viene aperto, appare nella sua “grandezze” lo schermo da 6,2 pollici con un rapporto di aspetto CinemaVision 21: 9. In verticale, il design stretto ne consente un facile utilizzo con una sola mano. Motorola spiega che i test mostrano che un utente medio apre lo smartphone 40 volte al giorno, mentre un utente avanzato lo fa circa 100 volte.

“Il nostro test ha dimostrato che il razr è progettato per supportare fino a 200.000 aperture, il che significa che un utente avanzato impiegherebbe più di 5 anni per raggiungere quel livello di utilizzo”, afferma l’azienda, sottolineando il fatto che un rivestimento protettivo personalizzato protegge lo smartphone da eventuali graffi e lo rende anche resistente a gocce d’acqua e pioggia.

All’interno, il nuovo smartphone pieghevole di Motorola presente un processore Snapdragon 765G di Qualcomm compatibile con la quinta generazione di reti mobili. Il dispositivo ha anche una batteria da 2.845 mAh (che secondo Motorola consente l’utilizzo dello smartphone per un’intera giornata), 8 GB di RAM e 256 GB di memoria.

Il sistema operativo è Android, con My UX e lo smartphone inizierà ad essere venduti in Cina e in alcuni paesi europei questo autunno, Italia compresa a partire da 1.599,99 euro in tre colorazioni: Polished Graphite, Liquid Mercury, e Blush Gold.

Motorola RAZR 5G, migliorie varie e prezzo più “abbordabile”
Scrivi un commento

Rispondi al post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Torna su